);

Blue Monday quanto basta

Chi mi conosce dirà “Un altro blog?!
Sì, cari amici, ma questa volta ho deciso di fare sul serio, col mio nome e il mio cognome.

Fai sul serio?

Lo faccio sul serio ma dubito che mi venga proprio serio, perché un pizzico di ironia ci vuole sempre. Infatti per cominciare bene questo blog, ho scelto proprio un lunedì particolare, il Blue Monday, che – leggenda vuole – è il lunedì più triste dell’anno.
Un buon inizio, no?

Perciò… benvenuti nel mio blog!

…e benvenuti nel mio sito.
Mi sono ritagliata un posticino nell’internet anche io, dove posso raccontare quello che mi va, consigliarvi dei luoghi da vedere assolutamente, condividere con voi dei momenti belli, indicarvi dove potete mangiare e bere per sentirvi in paradiso.
Con una promessa: giuro che è l’ultimo blog, il definitivo!

Consigli blu

Ma tornando al Blue Monday, eccomi qui con delle dritte per questo giorno: 2 rimedi per affrontare con radiante felicità questa giornata sciagurata e 2 tips per crogiolarvi nella depressione con stile.

Una foto blu che ho fatto con una Lomo degli anni ’70

Rimedio #1 – L’abbraccio
Iniziare la giornata con un abbraccio fa decisamente miracoli! Va bene abbracciare il partner, mamma, papà, figli e parenti tutti, cani, gatti (se ci riuscite). Vi consiglio cautela qualora decideste di abbracciare il postino o la vicina di casa, perché non tutti amano il contatto fisico di sconosciuti (oltretutto non è una pratica socialmente accettabile) e potrebbero chiamare le forze dell’ordine. Provate ad abbracciare i colleghi ma farà un po’ l’effetto del “consoliamoci a vicenda”. Non è il massimo ma male non fa.

Rimedio #2 – Fare gesti di gentilezza a casaccio
Alzi la mano chi non conosce la massima molto popolare «Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso». Oggi è il giorno giusto per metterla in pratica, sperando che si inneschi quella spirale positiva di good karma, per cui prima o poi vi ritornerà indietro un bel sorriso! Vi assicuro che farete una scoperta sensazionale: fare cose belle fa stare bene.

Tips #1 – Ascoltare Blue Valentine di Tom Waits
Va bene deprimersi e piangere ogni tanto, a patto che lo si faccia con stile. Mettetevi comodi e collegate la vostra cassa bluetooth per crogiolarvi nel vostro dolore e in quello blues di Tom.

Tips #2 – Leggere Le Notti Bianche, di Dostoevskij
Per onorare questo giorno è perfetto: il racconto di quattro notti insonni e illuminate da quella strana luce del crepuscolo dei paesi nordici che ha come protagonista un “sognatore” che vagabonda senza meta per la città. Una triste vittima di abbaglio nelle notti senza tramonto di San Pietroburgo.


In fondo il Blue Monday può essere un buon giorno per riflettere sulla tristezza, ma soprattutto un buon content per le tue pagine social.

2 thoughts on “Blue Monday quanto basta

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top